News > Dettaglio News

Ristrutturazioni edilizie e detrazioni fiscali: unoccasione da non perdere

Dal 1° gennaio 2012, la detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie non ha piu' scadenza. L’agevolazione, introdotta fin dal 1998 e prorogata piu' volte, e' stata resa permanente dal decretolegge n. 201/2011 (art. 4) che ha previsto il suo inserimento tra gli oneri detraibili ai fini Irpef. Negli ultimi anni la normativa che disciplina la materia e' stata piu' volte modificata. Le piu' recenti novita' sono state introdotte: - dal decreto legge n. 83/2012, che ha elevato, per le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, la misura della detrazione (50%, in luogo di quella ordinaria del 36%) e l’importo massimo di spesa ammessa al beneficio (96.000 euro per unita' immobiliare, invece che 48.000 euro) - dal decreto legge n. 63/2013 che ha esteso tali maggiori benefici alle spese effettuate entro il 31 dicembre 2013. Oltre alla proroga al 31 dicembre 2013, il decreto 63/2013 ha introdotto, per i contribuenti che usufruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie, la possibilita' di detrarre dall’Irpef, sempre nella misura del 50%, anche le spese sostenute per l’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione per l’acquisto di mobili va calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro e deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Importanti novita’ relative alla detrazione fiscale per gli interventi volti al miglioramento
dell’efficienza energetica degli edifici. In primo luogo, l’agevolazione viene prorogata dal 30 giugno fino al 31 privati cittadini e fino al 30 giugno 2014 per i condomini. Inoltre a partire dal 1° luglio 2013 la misura dell’agevolazione viene elevata dal 55% al 65% ma, rispetto alla versione attualmente in vigore, vengono esclusi dalla proroga alcuni tipi di interventi, come la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore ad alta efficienza energetica e con impianti geotermici a bassa entalpia, nonché le spese per la sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria. Anche in questo caso e’ confermata la ripartizione della detrazione in 10 quote annuali di pari importo. Occorre affrettarsi perché molto probabilmente sara' l’ultima proroga che verra' concessa per gli incentivi “potenziati” sulle ristrutturazioni edilizie e per il miglioramento dell’efficienza energetica. Dal 2014 quindi sia il bonus sulle ristrutturazioni del 50% sia quello energetico del 65% lasceranno il posto alla detrazione ordinaria del 36% (con un tetto di spesa ammissibile di 48.000 euro).

Skype
Chiamaci via Skype!
(C) 2011 StudioZENITH S.r.l.
via M. Longhena, 17. 40139 Bologna
Tel: +39 051 62 72 202 | Fax: +39 051 62 09 217
PI: 04290980376 | REA BO 01245521100
Cap.Soc.: 10.000,00 i.v.
Professione esercitata ai sensi della legge
14 gen. 2013, n.4 (G.U. n.22 del 26-1-2013)
Informativa sulla privacy