News > Dettaglio News

Conflitti fra proprietari e inquilini: ecco chi paga cosa in condominio

Stilata la nuova tabella per la ripartizione delle spese per oneri accessori

Regole piu' chiare e comprensibili per la ripartizione degli oneri accessori fra proprietari di case e inquilinui; in mancanza di un accordo specifico, bastera' infatti rifarsi alla tabella stilata dalle organizzazioni della proprieta' (Confedilizia) e dell'inquilinato (Sunia, Sicet, Uniat) per capire a chi spettano le principali spese relative all'unita' immobiliare locata ed alle parti condominiali. La tabella, registrata lo scorso 30 aprile, puo' essere tenuta in considerazione sia per la stipula dei contratti di locazione o fingere comunque da criterio di guida in caso di controversie. Vediamola.

LA RIPARTIZIONE DELLE SPESE

L'impianto generale delle ripartizioni vede sempre competere all'inquilino (conduttore) le spese per consumo, manutenzione ordinaria, piccole riparazioni di beni e servizi, mentre restano in capo alla proprieta' (locatore) le spese di straordinaria amministrazione (ad esempio l'istallazione di nuovi impianti, o il loro rifacimento). Vediamo le principali voci di spesa in carico al conduttore, ossia l'inquilino che abita fisicamente in casa.

ACQUA

Comprende il costo - tutto a carico dell'inquilino - del consumo dell'acqua e quello del funzionamento e dell'ordinaria manutenzione dell'eventuale impianto di autoclave o di depurazione.

ASCENSORE

Le spese di funzionamento e manutenzione dell'impianto sono in capo all'inquilino, purche' si tratti di manutenzione ordinaria.

ENERGIA ELETTRICA

Spetta all'inquilino la spesa per l'energia elettrica necessaria sia per gli usi condominiali che per quelli particolari.

GIARDINAGGIO

Comprende il costo dell'addetto (o della societa') cui e' affidata la manutenzione degli spazi verdi ed il costo dei materiali e degli strumenti eventualmente utilizzati. In carico all'inquilino.

PORTINERIA

I costi competono al conduttore nella misura del 90%, salvo patto contrario, anch'essi a carico dell'inquilino.

POZZI NERI

Anche le spese per lo spurgo dei pozzi neri sono in capo al conduttore.

PULIZIA PARTI COMUNI

Comprende il costo dell'addetto (o della societa') cui e' affidata la pulizia e il costo dei materiali e degli strumenti utilizzati. A carico dell'inquilino.

RISCALDAMENTO

La parte ordinaria, ossia le spese di funzionamento (combustibile, forza motrice) e la manutenzione sono a carico del conduttore.

TASSE

Per lo piu' a carico del conduttore (rifiuti urbani ecc). E' invece a carico del locatore la tassa sull'occupazione di suolo salvo che riguardi attivita' svolte dal conduttore.

ASSEMBLEA

L'inquilino puo' partecipare e votare soltanto delibere relative alle spese e alle modalita' di gestione del servizio comune di riscaldamento/condizionamento.

SPESE CONDOMINIALI

In caso di mancato pagamento delle spese, il condominio non puo' pretenderle dall'inquilino ma deve rivalersi sul proprietario.

REGOLAMENTO CONDOMINIALE

Ovviamente l'inquilino e' tenuto in tutto e per tutto al rispetto del regolamento, ma eventuali sanzioni pecuniarie possono essere applicate solo al condomino-locatore.

Fonte A.N.A.C.I. Ferrara

 

 

Skype
Chiamaci via Skype!
(C) 2011 StudioZENITH S.r.l.
via M. Longhena, 17. 40139 Bologna
Tel: +39 051 62 72 202 | Fax: +39 051 62 09 217
PI: 04290980376 | REA BO 01245521100
Cap.Soc.: 10.000,00 i.v.
Professione esercitata ai sensi della legge
14 gen. 2013, n.4 (G.U. n.22 del 26-1-2013)
Informativa sulla privacy