News > Dettaglio News

Ristrutturare senza sorprese di Matteo Della Malva

Chiunque abbia fatto dei lavori in casa conosce la grande aspettativa con cui si inizia e l’emozione finale che si prova quando il lavoro finito rispecchia le aspettative, ma certamente ricorda ancora la complessita' e le spese che la ristrutturazione comporta.

Inutile girarci intorno, le offerte commerciali che pubblicizzano la “ristrutturazione low cost” oppure il “progetto online” sono sempre fuorvianti.
È sorprendente come le famiglie siano molto attente nell’acquistare un’automobile oppure un nuovo elettrodomestico, per poi accettare, con leggerezza e con scarsi controlli l’impegno economico per la ristrutturazione della propria casa.

In cosa consiste concretamente una ristrutturazione?

La “ristrutturazione” deve essere immaginata come una sequenza armonica di successive azioni, ossia di momenti ben delineati:

• lo studio di fattibilita' tecnico-economica
• il progetto
• la realizzazione dei lavori
• la consegna dei documenti a fine lavoro

I costi principali, quando si affronta una ristrutturazione, sono sempre divisi in tre grandi categorie:

• il costo dell’impresa che esegue il lavoro;
• il costo per l’acquisto delle forniture, ossia di tutti i materiali necessari per eseguire il lavoro;
• il costo per il professionista che progetta la ristrutturazione.

Il costo della “ristrutturazione” ha una variabilita' molto alta e dipende da tanti fattori, tutti interdipendenti tra loro.
Il primo e' la localita' in cui si trova lo stabile e le difficolta' di accesso, sia in termini di viabilita', sia per quanto riguarda l’accesso agli appartamenti da ristrutturare.
Altro fattore estremamente importante sono le scelte tecniche che comportano gli interventi da effettuare e la relativa complessita' di esecuzione.
Per questo non possono essere considerate credibili le offerte in cui si pubblicizzano: “Ristrutturazione completa a 10.000 Euro” oppure “Rifacimento del bagno a 3.000 Euro”.
Quando si sceglie di affidarsi a chi propone queste soluzioni, si sta decidendo di permettere a qualcun altro di stabilire le modalita' tecniche di ristrutturazione della propria casa o del proprio bagno, con rischi elevati che il risultato finale non sia quello desiderato oppure che la durata nel tempo dell’intervento non sia quella attesa.
L’impresa di ristrutturazione seria dovrebbe fornire il suo preventivo sulla base di un progetto ed un computo metrico che deve essere stato preparato in precedenza da un professionista.
Affidarsi ad un professionista e' l’investimento migliore che si possa fare in questo settore.
Il professionista puo' essere un geometra, un architetto, un interior designer, un ingegnere.

È importante a questo punto fare una considerazione: se tutti questi professionisti possono occuparsi di ristrutturazioni significa che i livelli di complessita' tecnica oppure di risultato estetico finale sono molto differenti e quindi diventa importante decidere a quale professionista sarebbe meglio affidarsi.
Le competenze tecniche di un geometra arrivano fino ad un certo punto, quelle di un architetto sono di tipo diverso, quelle di un ingegnere consentono di avere altre garanzie e quelle di un interior designer hanno un’altra valenza ancora; con quale criterio allora si puo' riuscire a individuare a chi conviene rivolgersi?

Il punto di partenza e' sicuramente il tipo di ristrutturazione che si vuole effettuare; ad esempio se la ristrutturazione consiste in lavori che non coinvolgono parti strutturali dell’edificio e si vuole solo rifare il pavimento, passando dalle piastrelle al legno, probabilmente l’ingegnere non e' necessario, mentre l’architetto o l’interior designer sono i professionisti giusti, mentre se si vuole rifare il bagno le competenze tecniche di un geometra sono utili per definire i lavori sugli impianti, ma la visione d’insieme di un architetto garantisce il miglior risultato in termini di armonia tra scelte cromatiche e tipologie dei materiali usati; se si vuole trasformare un terrazzo arredandolo con vasi atti a contenere piante occorre sicuramente coinvolgere un ingegnere che faccia i calcoli del sovrappeso che andra' a gravare sulla struttura.

Tutte queste considerazioni portano sicuramente ad una conclusione: per partire con il piede giusto servirebbe qualcuno che aiutasse, fin dall’inizio, a partire con il piede giusto.
Occorre quindi affidarsi ad imprese di ristrutturazione di comprovata esperienza che abbiano a disposizione tutti questi professionisti; in questo modo e' possibile far comprendere quali sono i propri desideri ed anche le necessita', ad un interlocutore che puo', di conseguenza, individuare costo dell’impresa, ma anche (e soprattutto!) quale sia il professionista piu' opportuno per la fase progettuale, sia quello piu' adatto a seguire “il cantiere”.

Le persone hanno l’abitudine di chiedere una ristrutturazione pensando che il preventivo si possa fare nel giro di 1ora. E’ importante invece, in questa fase, valutare bene sia le proprie esigenze, sia le varie strade percorribili per realizzarle, tenendo conto delle varie scelte tecniche e dei relativi costi.
Partire con il giusto metodo fin dall’inizio e' il solo modo per ottenere un risultato di qualita' e non buttare via i propri soldi.
La prima cosa da fare e' lo studio di fattibilita', che consente di tradurre l’idea in fatti concreti, definendone gli aspetti tecnici ed i relativi costi.
Terminato lo studio di fattibilita', si passa alla realizzazione del progetto, cioe' definire gli interventi da effettuare, scegliendo tra quelli assolutamente necessari e quelli rinviabili, in pratica adattando l’intervento di ristrutturazione alle esigenze del proprietario di casa, ma soprattutto al suo budget economico.
Il progetto e' percio' uno strumento di analisi sia dei lavori, sia dei costi che essi comporteranno e diviene poi la guida che tutti “gli attori” della ristrutturazione dovranno seguire.

Il progetto e' utile al cliente, per valutare quanto le sue esigenze sono state capite, accolte e valorizzate; ed e' al contempo indispensabile all’impresa, per poter attuare i lavori.
Il costo del professionista che redige il progetto e' minore dei vantaggi e del risparmio che permette di ottenere. Non va dimenticato, infatti, che la pianificazione dei lavori e' il migliore strumento per evitare problemi ed imprevisti, dunque costi aggiuntivi, ma il progetto serve anche a definire quale sia la ristrutturazione piu' in linea con le proprie esigenze.
Modificare in un appartamento la distribuzione degli ambienti e' una scelta importante, la cui spesa trova giustificazione nei grandi vantaggi che permette di ottenere, ad esempio, in seguito alla modifica degli spazi potrebbe essere realizzato anche un bagno o una stanza in piu'.
Il progetto consente quindi di scegliere “insieme” le soluzioni migliori per rispondere alle esigenze e ai desideri di chi lo abitera', permettendo di raggiungere la soddisfazione finale dei proprietari, attraverso dei buoni risultati e nel pieno controllo dei tempi e dei costi stabiliti.

È prima di iniziare, e non alla fine, che si definiscono i costi, ecco perché e' importante il budget di spesa.
Grazie al lavoro del progettista, al capitolato lavori, alla definizione dei materiali e delle finiture si arriva a definire budget e si puo', quindi, pensare di aver intrapreso la strada giusta.
Mai cadere nella trappola di pensare che spendere meno equivalga a poter fare cio' che e' ottimale per le proprie disponibilita' finanziarie!
Per definire il budget necessario per i lavori occorre riuscire a considerare tutte, ma proprio tutte le spese, altrimenti la brutta sorpresa finale e' quasi garantita.
La definizione del budget dei lavori passa attraverso il costo dei materiali, delle forniture, degli arredi, della manodopera dei vari artigiani, etc.
Ecco perché e' importante affidarsi ad un impresa che disponga di geometri, architetti, ingegneri e interior designer, che permettano di interpretare al meglio i desideri e le esigenze dei clienti, aiutandoli a scegliere, ottimizzando tutte le soluzioni; perché una progettazione consapevole delle esigenze e delle necessita' dei committenti e' fondamentale per realizzare appartamenti confortevoli, accoglienti, curati nei dettagli e piacevoli da vivere.

Le case odierne devono avere ambienti proporzionati e mai superflui, impianti efficienti ed ecosostenibili, dove l’illuminazione non solo e' funzionale, ma e' anche motivo di arredo.
Le case che rispecchiano una societa' con famiglie poco numerose, i cui componenti sono per la maggior parte del tempo al lavoro, dove gli spazi sono ottimizzati con armadi a muro e, quando possibile, anche con soppalchi, perche' il costo delle superfici immobiliari e' molto elevato rispetto ad uno stipendio medio.

Noi della S.I.M.E.O. abbiamo esperienza pluriennale che, unita alla professionalita' dei tecnici con cui lavoriamo, ci consente di individuare e definire gli aspetti pratici della ristrutturazione, definendone tutti i costi e seguendo poi il cantiere per rispettarne i tempi.
Il nostro grande obiettivo, in ogni ristrutturazione, e' quello di conseguire, insieme al cliente, il miglior rapporto tra qualita' e prezzo, realizzandogli l’appartamento su misura, attraverso una ristrutturazione con costi e tempi certi, nel pieno rispetto delle normative, fornendo supporto ed assistenza dalla fase iniziale alla conclusione dei lavori.

MATTEO DELLA MALVA
AD Amministratore Delegato
direzione@simeosrl.it

 

 

www.simeosrl.it

Via Porrettana, 462
40033 Casalecchio di Reno (BO)
Tel. 338 1549017

 

Skype
Chiamaci via Skype!
(C) 2011 StudioZENITH S.r.l.
via M. Longhena, 17. 40139 Bologna
Tel: +39 051 62 72 202 | Fax: +39 051 62 09 217
PI: 04290980376 | REA BO 01245521100
Cap.Soc.: 10.000,00 i.v.
Professione esercitata ai sensi della legge
14 gen. 2013, n.4 (G.U. n.22 del 26-1-2013)
Informativa sulla privacy